Martina e Carlo si sposano ed hanno deciso di fare una “lista nozze speciale”. Anziché chiedere regali, hanno deciso di finanziare insieme ai loro familiari ed amici due progetti promossi dalla nostra Associazione.
Ringraziamo tutti anticipatamente per il loro sostegno! 

Luglio 2018 – MARTINA E CARLO

“ Abbiamo deciso in un’occasione estremamente felice per noi di condividere questa gioia con chi affronta nella vita un percorso un po’ più difficile e tortuoso.
In particolare desideriamo sostenere due progetti che hanno come obiettivo di aiutare i bambini con la sindrome di Down e le loro famiglie nella quotidianità, cercando di rendere i bimbi autonomi al meglio delle loro possibilità e favorendo la loro inclusione nelle scuole e nei contesti per noi abituali.
Di seguito trovate i dettagli di questi progetti nei quali crediamo fortemente. Siamo certi che con il vostro aiuto riusciremo a concretizzare questo nostro desiderio.
Con affetto vi ringraziamo.

Martina e Carlo”

Colonia per l’autonomia
Quando si pensa all’autonomia delle persone con disabilità si tende a pensare ad un traguardo da raggiungere quando saranno adulti. Noi, invece, crediamo che l’autonomia sia un percorso che inizi alla nascita, che debba far parte dell’identità del bambino e che quindi vada proposta in maniera adeguata all’età ed alla personalità del bambino fin dalla prima infanzia.
Con questa visione vorremmo proporre una colonia per circa una decina di famiglie di bambini con la sindrome di Down nella primavera-estate del 2019. Durante la vacanza verranno proposte attività ludiche per i bambini con la sindrome di Down e per i loro fratelli e sorelle, momenti di formazione per i genitori, atelier pratici e laboratori tenuti da professionisti di vari ambiti educativi e riabilitativi con lo scopo di sostenere la famiglia nel percorso di crescita di un bambino con la Trisomia 21.

Libro illustrato per bambini
Questa pubblicazione vuole essere uno strumento a sostegno dell’inclusione dei bambini con la Trisomia 21 nelle classi regolari e nella società. Il libro ha l’obiettivo di rispondere in maniera onesta alle domande dei bambini sulla sindrome di Down (“mamma, cos’ha quel bambino?” / “la sindrome di Down è contagiosa?” / “perché ce l’ha?”), e di permettere ai bambini, attraverso lo sguardo del compagno di classe, di riflettere sulla diversità, sull’empatia, e sul fatto che la domanda “cos’ha?” è diversa dalla domanda “chi è?”.

Scritto da Monica Induni-Pianezzi, illustrato da Alessia Passoni

PRESENTAZIONE : OTTOBRE 2018

X