INFORMAZIONI > INTERVENTO PRECOCE

Nell’ambito della sindrome di Down è considerato “intervento educativo precoce” tutto ciò che viene fatto, nei primi anni di vita del bambino, per migliorare le sue possibilità di sviluppo.

La presenza di una terza copia del cromosoma 21 influisce sullo sviluppo del bambino rallentando l’acquisizione di alcune competenze. Tuttavia oltre al cromosoma 21 in più influiscono sullo sviluppo molti altri fattori, in particolare le neuroscienze evidenziano negli ultimi anni l’importante effetto dell’ambiente e delle interazioni nello sviluppo del bambino con disabilità intellettiva. È importante ricordare che non c’è un percorso standard consigliato in base alla diagnosi, è utile vedere le potenzialità e le abilità del bambino per decidere quali terapie possono essere utili, pur consapevoli di quali siano in senso generale gli interventi che potrebbero rivelarsi utili.

Con “intervento precoce” si intende quindi un approccio che, utilizzando le conoscenze in nostro possesso sulla condizione e sul profilo di apprendimento tipicamente associato ad essa, miri a sostenere e a sviluppare da subito le abilità del bambino anziché compensare gli eventuali deficit quando emergono.

Cosa si può fare concretamente per sostenere, da subito, lo sviluppo del bambino con la sindrome di Down?

Ogni bambino è unico ed avrà esigenze individuali. Imparerà moltissime cose in maniera naturale e senza bisogno di aiuto, mentre per altre potrebbe beneficiare di un po’ di sostegno. Il suo primo bisogno, come per tutti i bambini, è quello di essere amato, coccolato, accettato, di conoscere l’affetto e l’interazione con le persone e con il mondo.

ALLATTAMENTO
Se la mamma lo desidera, il neonato con la Trisomia 21 può beneficiare dell’allattamento al seno che oltre ani noti vantaggi per la salute è anche un’ottima “palestra” per il linguaggio. Molti bebè si attaccano senza problemi al seno da subito, altri potrebbero avere delle piccole o grandi difficoltà di varia origine (situazioni mediche, basso tono muscolari, ecc). In questo caso c’è la possibilità di chiedere aiuto ad una logopedista o a consulenti esperte per superare eventuali difficoltà di allattamento al seno o per valutare il modo di favorire, anche con il biberon, lo sviluppo dei muscoli della suzione.

SVILUPPO MOTORIO
Alcuni bambini con la sindrome di Down ci metteranno un po’ di più per raggiungere le tappe dello sviluppo motorio: fisioterapisti, ergoterapiesti e psicomotricisti potranno consigliarvi giochi ed attività utili a favorire la sua crescita e le sue capacità psicomotorie.

COMUNICAZIONE E LINGUAGGIO
Fanno parte dell’intervento precoce anche una serie di interventi utili a sviluppare le competenze di  pensiero, di comunicazione e linguaggio. Per esempio l‘uso dei segni in comunicazione bimodale (vedi approfondimentososterrà il linguaggio e favorirà una serie di interazioni con gli adulti che permetteranno al bambino di accedere a tutta una serie di conoscenze del mondo, esperienze difficili da realizzare senza una comunicazione alternativa nell’attesa della comunicazione verbale.

SVILUPPO COGNITIVO
Lo sviluppo cognitivo si sviluppa grazie ad alcune abilità che generalmente emergono, e si possono consolidare, già nei primi anni di vita: imparare ad ascoltare, a prestare attenzione, a generalizzare ed astrarre le esperienze, essere responsabili delle proprie piccole scelte, eccetera, sono piccole grandi conquiste che permetteranno al bambino di crescere e di raggiungere il suo potenziale di pensiero.
Per fare questo gli esperti dello sviluppo cognitivo possono consigliarvi come instaurare delle buone abitudini che faciliteranno gli apprendimenti futuri. 

ESPERIENZE DI VITA
Tutti i bambini imparano a stare nel mondo stando nel mondo! 
Non sottovalutate l’importanza delle esperienze di vita, a cui i bambini con Trisomia 21 vanno esposti proprio come tutti i bambini. Create e accogliete le occasioni di gioco, di scambio con altre persone, uscite a cena, andate ai parchi giochi e ai parchi divertimenti, portate tutti i vostri bambini a fare delle classiche esperienze quotidiane (la spesa, una passeggiata) e quelle più speciali. Solo così i bambini possono imparare cosa ci si aspetta da loro, osservare gli altri ed allenare le proprie capacità.

SIAMO QUI PER ACCOMPAGNARVI
In tutto questo, la nostra associazione vi accompagna volentieri, vi guida fra le varie figure professionali e nella letteratura scientifica, tra gli strumenti e le formazioni a disposizione, vi accompagna e vi ascolta nel momento della scelta di terapie, di scolarizzazione e di inclusione.

Ricordate che i bambini con Trisomia 21 spesso hanno un livello di comprensione molto più alto rispetto alle loro capacità di espressione, e sviluppano presto una consapevolezza dei loro punti forti e delle loro difficoltà: non sottovalutiamo mai le loro capacità e diamo loro le opportunità che meritano! 

X